giovedì 21 giugno 2018

Ricordi "librari" delle elementari

In una mattina domenicale che di bella stagione aveva ben poco pensai di peregrinare verso il mercatino delle pulci, un po' per riempire il tempo ed un po' perché avevo qualche spicciolo da spendere.
Tornai a casa sotto una pioggia leggera con il mio undicesimo tascabile economico della Newton ed un vecchio ricordo sopito non più.
Per la cronaca il volumetto era Il Risciò Fantasma e altre storie fantastiche di Rudyard Kipling.

Quello che non sapevo è che io e Rudyard Kipling ci eravamo già incontrati.
Più di trentanni fa, temo.
Mi è bastato leggere la sua bibliografia ed appena arrivato a Capitani Coraggiosi mi si è aperto un cassettino della memoria.
Capitani Coraggiosi è stato il mio primo romanzo di narrativa delle scuole elementari.
Ho provato a rintracciarne l'edizione, ma nonostante ne ricordassi la copertina rigida verde cartonata ed il formato che ai miei occhi da infante sembrava così insolitamente pesante e maestoso, non sono riuscito a rintracciarlo, ed è un peccato.
Mi sarebbe piaciuto riviverlo non solo mnemonicamente, ma anche visivamente.
E non solo lui.
Perché ce ne furono altri.
Verosimilmente parliamo del 1984 o giù di lì.
Ricordo che la maestra metteva in cattedra questi "libroni " e poi chiamava uno per volta noi studenti per scegliere quella che doveva essere la lettura di quel periodo da portare a casa.
Chi veniva scelto per primo, aveva più bagaglio di possibilità.
Ed infatti i romanzi di avventura o opere come quelle di Jules Verne erano i primi ad andare.
Peccato non scegliesse per ordine alfabetico, perché sennò sarei stato sempre il primo.
Quindi quali sono questi libri che mi capitarono in dote/scelta in quel periodo?

- Capitani Coraggiosi - Rudyard Kipling

- Il Richiamo Della Foresta - Jack London

- Zanna Bianca - Jack London

- Cuore - Edmondo De Amicis

- L'isola Del Tesoro - Robert Louis Stevenson

Ce ne furono altri?
Può darsi, ma purtroppo mi sono tornati in mente solo questi.
Per curiosità, capitava anche a voi che alle scuole elementari vi " affibbiassero " letture di narrativa durante l'anno scolastico in corso e non come consuetudine alla fine?









25 commenti:

  1. Io ho un sacco di libri in queste versioni semitascabili. Ricordo con piacere alcuni libretti con i vari cicli dei racconti di E.A.Poe.

    Alle elementari no, neppure alla medie venivano assegnate letture, nelle mie due scuole. Alle superiori ovviamente sì.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anchh'io ho alcune raccolte di Poe, ma poi ho preso un volumone con tutte le storie pubblicate ed ho fatto prima. :-)

      Elimina
  2. Ricordo che libri di narrativa ce ne assegnavano anche durante l'anno, ma mai che un insegnante mettesse a disposizione i suoi libri come (a quanto ho capito) è capitato a te.
    A noi ci veniva assegnato un titolo per tutti e ce li facevano comprare. Diciamo che un titolo in comune permetteva la discussione in classe... un po' come succede adesso sui blog letterari nelle varie reading collettive...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non lo ricordo esattamente e per questo non l'ho precisato, ma presumo facessero parte del bagaglio bibliotecario della scuola, ma oggettivamente non so da dove provenissero con certezza.

      Elimina
  3. Certo che capitava, e io sceglievo sempre cose Disney così evitavo di leggere perché avevo visto il film e potevo compilare la scheda ugualmente.
    Odio leggere cose imposte.

    Sai che ho lo stesso identico volume del Risciò fantasma?
    Anche io incontrai presto Capitani Coraggiosi, amo Kipling ma paradossalmente... odio Il libro della Giungla (Disney e i Libri i Kipling XD)

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io ho intenzione di recuperare certamente Kim, poi vedrò se continuare, ma i due libri della Giungla paiono poco nelle mie corde.

      Elimina
  4. Io da piccolo avevo il culto del primo "Il libro della giungla", mentre il secondo non ho mai cercato di leggerlo. Chissà perché.
    Mesi fa ho ritrovato entrambe le edizioni che avevo da bambino negli anni '60: il volume cartonato e illustrato Mursia con l'opera originale di Kipling e la riduzione disneyana apparsa nella collana "Pietre preziose" con le immagini del cartone animato.
    A scuola ci facevano comprare dei libri che leggevamo poi nel corso dell'anno. Tra quelli ch ricordo meglio c'erano "Sussi e Biribissi", "Il grande libro del Risorgimento", "Ragazzo negro" di Wright, "La commedia umana" di Saroyan, l'immancabile "Diario" di Anne Frank, "Il gran sole di Hiroshima".

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A noi soltanto alle medie fecero comprare dei libri di narrativa, che però non erano dei veri e propri classici ( infatti non riesco a ricordarne i titoli. (salvo nel caso de Il Granchio D'oro di cui però non ricordo l'autrice ).

      Elimina
    2. Preciso meglio: A scuola ci facevano comprare dei libri che leggevamo poi IN CLASSE, A TURNO E A VOCE ALTA, nel corso dell'anno.

      Elimina
  5. Ciao Pirkaf, piacere di conoscerti, circostanze simili a quelle capitate a te mi hanno portato a leggere capitani coraggiosi in quinta elementare e a portarlo come argomento principale nell' esame di fine elementari. Grandi ricordi legati a Kipling, di cui ho amato le storia del mistero e dell orrore, il libro della jungla e Kim. A 11 anni i miri compagni di avventure erano Steven sono, kipling, Verne e Salgari! Quanti ricordi...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te per aver condiviso il ricordo e per la visita. ;-)

      Elimina
  6. Che belli questi post amarcord.
    Io, purtroppo, Isola del tesoro a parte, non li ho letti: mai amato troppo le storie avventurose. Sono pigro pure come lettore, già.
    Tra quelli che mi vengono in mente: Le avventure di Tom Sawyer (il primissimo che ho letto per intero), La storia infinita, L'incompreso e Harry Potter a profusione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Alcuni paragrafi di Tom Sawyer ( con la scena della staccionata ) ed Huckleberry Finn c'erano nel libro delle letture e paradossalmente sono quelli che ricordo meglio.
      Harry Potter ero già notevolmente fuori target, ma La Storia Infinita l'ho letto ed apprezzato.
      L'incompreso mi manca, ma ne ricordo comunque le varie riduzioni televisive.

      Elimina
  7. Belli i ricordi delle letture elementari.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Nick.
      E bello rileggerti, soprattutto. :-)

      Elimina
  8. L'unica cosa che ricordo di aver letto "forzatamente" alle elementari (perché per il resto leggevo già par i fatti miei) è stato I misteri della jungla nera di Salgari, che ovviamente mi era piaciuto un sacco :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Li ho letti anch'io da piccolo alcuni dei romanzi di Salgari, anche grazie alle copertine così avventurose ed evocative, però credo di averli totalmente dimenticati.

      Elimina
  9. Alle elementari no, medie e superiori invece si, anche se praticamente erano autori italiani inerenti al periodo di studio (ti lascio immaginare la gioia che regnava in classe alla prospettiva di leggere la coscienza di Zeno).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Immagino.
      Ti confesso che alle superiori da me la narrativa fu praticamente inesistente.

      Elimina
  10. Alle elementari non venivano imposti libri da leggere a casa e quindi leggevo per conto mio anche grazie a una vicina di casa che mi passava tanti libri per ragazzi dismessi dai suoi nipoti.
    Ho un bellissimo ricordo de "Il Visconte Dimezzato" letto ad alta voce dal maestro di 4^ elementare...un'esperienza così bella che diventò anche lo spunto per un post (se ti va di leggerlo è qui http://thequeenofmira.blogspot.com/2015/11/il-maestro-e-calvino.html)

    RispondiElimina
  11. Nemmeno a me pare che alle elementari dessero libri da leggere, mi ricordo che si leggeva in classe dal sussidiario però mi ricordo anche che avevamo letto qualcosa di Cuore. Tra i libri che hai citato ho letto solo (in tempi molto successivi) il bel "L'isola del tesoro". Stevenson un gigante.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Magari era un'idea dell'insegnante non inerente nel percorso didattico, chissà, è passato troppo tempo.

      Elimina
  12. Un peccato che tu non abbia ritrovato quel libro, è sempre bello stimolare la memoria per rivivere certe emozioni.
    Alle elementari a me non davano libri di narrativa, solo quello delle vacanza con esercizi.
    Invece alle medie, durante l'anno si sceglievano da una libreria in aula, mentre per l'estate ci veniva data una lista e dovevamo comprare noi quello scelto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ci ho provato, ma essendo un romanzo che è stato ristampato ventordici volte, diventa difficile dopo tanto tempo azzeccare la copertina giusta.

      Elimina