giovedì 21 settembre 2017

Autori che meriterebbero di uscire dalla nicchia - Robert McCammon

Robert McCammon è un autore noto soltanto ai più fervidi appassionati della narrativa horror.
E' in giro da parecchio tempo e molte sue opere sono parallele a quelle di autori che in Italia e nel mondo hanno avuto molti consensi come Stephen King, Clive Barker o Dean Koontz.
Al contrario di essi però nelle librerie lo si è sempre visto pochissimo e solo nell'ultimo decennio la Gargoyle ha deciso di ristampare alcune sue opere altresì trovabili solo tramite il circuito dell'usato e nemmeno a prezzi consoni.
Ho visto circolare uno dei suoi romanzi ( Tenebre ) a 40 Euro.
In McCammon trasuda tutto l'amore per la narrativa orroristica del passato, il rispetto per l'archetipo e spesso le sue storie sono ambientate nelle periferie rurali dell'Alabama e dintorni degli anni '50.
L'impronta autobiografica è molto forte ed è moltissima l'influenza nella sua narrazione di romanzieri come Ray Bradbury e Nathaniel Hawthorne.
Le sue storie parlano sì del soprannaturale ma sempre nel rispetto del contesto storico e non mancano riferimenti alle problematiche americane del periodo in anni in cui l'odio razziale imperversava e quest'impronta si nota soprattutto in opere come La Via Oscura e Il Ventre Del Lago, in un modo che io ho apprezzato tantissimo.
Il Ventre Del Lago in tal senso è un gran bel romanzo di formazione.
A parte una sua lunga pausa a cavallo tra il 1990 ed il 2000 è stato un autore abbastanza prolifico.

Queste le sue opere ( fonte Wikipedia):


- Loro Attendono ( 1980 )
- Hanno Sete ( 1981 )
- Baal (1982 )
- La Via Oscura ( 1983 )
- La Maledizione Degli Usher ( 1984 )
- L'invasione ( 1987 )
- Tenebre ( 1987 )
- L'ora Del Lupo ( 1989 )
- Mary Terror ( 1990 )
- Il Ventre Del Lago ( 1991 )
- L'inferno Nella Palude ( 1992 )
- Io Viaggio Di Notte ( 2013 )

Cosa ho letto io:
Hanno Sete, Baal, La Via Oscura, Il Ventre Del Lago.
Sono in possesso di altri suoi romanzi, ma penso di prendermi una pausa dopo aver letto Mary Terror e Tenebre, che sono in procinto di iniziare.

Ma cos'è che ha reso questo autore così di nicchia?
Dal punto di visto narrativo e della scrittura, io credo che McCammon abbia ben poco da invidiare a Stephen King o Clive Barker.
Le sue storie sono ottime e finora non mi hanno mai deluso.
Però pagano il fatto di essere poco iconiche.
E' questo il punto.
Il cinema ha dato una grossissima mano a Stephen King ed a Clive Barker, ma ha ignorato bellamente le opere del buon Robert.
Le sue storie sono ottime, ma non lasciano impronta duratura e non riescono ad entrare nell'immaginario collettivo.
Forse mancano di carisma.
E' un'idea parziale, perché in fondo sono a meno della metà della sua produzione però è un dato di fatto che siamo lontani da figure che sono rimaste nell'immaginario collettivo come Cujo, Pennywise, Cabal e Pinhead.
Tanto per citarne alcuni.
Allo stesso tempo però meritano di essere lette e di uscire dal sottobosco degli appassionati.
Dategli un'occhiata.
Io lo sto facendo e non me ne sto pentendo.
Anzi.


16 commenti:

  1. Mi segno tutto.

    Quello che dici sulla spinta che da il cinema è verissimo, ma bisogna ammettere che la maggior parte dei film/serie tratti dai racconti/romanzi di King viaggia, a parte qualche eccezione, tra il mediamente brutto al trash spinto. Quindi forse è meglio così.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La mia idea è che senza Carrie, Shining, la miniserie di It e Stand By Me, King sarebbe stato conosciutissimo come romanziere tra gli appassionati, ma non sarebbe arrivato alla massa dei non lettori.
      Non a caso basta vedere Clive Barker, che è un autore che per la massa è praticamente morto negli anni '90 pur essendo ancora oggi un apprezzatissimo scrittore.

      Elimina
  2. "Contesto storico" e "problematiche americane" hanno molta presa su di me, aggiungo il tuo entusiasmo e quindi tocca assolutamente annotare (La via oscura e Il ventre del lago, eh? )XD
    Avevo letto tempo fa un articolo su La maledizione degli Usher, che omaggia Poe, e m'ero decisa a in-listare *_*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nel caso, speriamo che ti piaccia. :-)

      Elimina
  3. Quest'anno mi sto aprendo ai nuovi autori horror dopo una lunga pausa. Dan Simmons mi è piaciuto e Laird Barron ancor di più. Il primo dietro tuo consiglio.
    Certo che questo Mc Cammon ha fatto un bel salto, dal 1992 al 2013. O quelli della lista sono solo i titoli tradotti in italiano?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono le sue opere ( tutte tradotte).
      Manca giusto qualche racconto e qualche raccolta che ho omesso, ma i suoi romanzi dovrebbero essere stati tutti tradotti.
      Dal 1992 al 2013 non ha scritto nulla.
      Ho letto che si era preso una pausa di riflessione o qualcosa del genere.

      Elimina
  4. Aggiungo una cosa che forse non sai e potrebbe interessarti. Il romanzo "La cerimonia" di Barron è basato proprio sulla fiaba di Tremotino.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ci arriverò a Barron, tempo al tempo. :-)
      Io Tremotino lo conobbi ai tempi dei fumetti della Marvel in cui venne citato in un numero dell' Uomo Ragno.
      Successivamente andai a cercare la fiaba dei fratelli Grimm.

      Elimina
  5. Non l'avevo neanche mai sentito nominare.
    Tra l'altro 40 euro un romanzo è un prezzo davvero improponibile.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. non credere sono molti i libri fuori catalogo che raggiungono quelle cifre.
      Pensa che Unico Indizio La Luna Piena di Stephen King e L'estate Della Paura di Dan Simmons vengono venduti ancora più cari.

      Elimina
  6. Ma sai che alcuni suoi libri li conosco... Ma come autore mi è sconosciuto!

    RispondiElimina
  7. So che hai già visto il post originale di MikiMoz...comunque ho passato la palla a te per partecipare al tag..
    Bye

    RispondiElimina