martedì 19 novembre 2019

Input - Corso pratico di programmazione per lavorare e divertirsi col computer ( rivista De Agostini)

I miei negli anni che vanno da fine anni '70 alla successiva decade, fecero incetta di enciclopedie varie credo principalmente per aiutare me, mio fratello e mia sorella con lo studio, oppure per togliersi dalle scatole gli agenti porta a porta che venivano a venderle, chissà.

A casa mia se si aprono vecchi mobili e vecchie ante, non è difficile incappare ancora oggi in qualche sparuto volume delle stesse.
Tempo fa parlai dell'enciclopedia de I Quindici, che conservo tuttora, oggi è venuto il turno di Input una rivista pubblicata nei primi anni '80 dalla De Agostini, che io ho ritrovato nell'anta di una "scarpiera", nientemeno.

La versione che ho ritrovato di questa rivista è rilegata ed è formata da sei volumi enciclopedici.


Ora non so in effetti la sua storia, presumo che mio fratello o chi per lui l'avesse collezionata con i mini numeri che uscivano in edicola e poi successivamente l'avesse inviata alla casa editrice per farla rilegare, perché io ho dei ricordi molto confusi e, quindi, non so quanto reali, sul fatto che questa rivista uscisse in edicola.
Però i numeri sono perfettamente rilegati e non c'è traccia delle copertine, quindi magari i miei l'hanno comprata successivamente in formato enciclopedico, chissà.
Sono sottigliezze, d'altronde.

Fatto sta che questa rivista/enciclopedia fu una vera manna all'epoca.
La rivista conteneva non solo sezioni su come utilizzare ed imparare il formato Basic, (ricordate?

10 Print 
20 Goto, ecc.ecc.)

ma anche i codici per creare dei veri e propri giochi per le piattaforme Commodore a 8 bit o anche per Spectrum e Acorn.


Io ricordo, per esempio, di un gioco similare a quello dell'oca e di una avventura medievale di tipo testuale, ma c'era anche la possibilità di creare tantissime figure curve o in parallasse.

Il procedimento non era semplice in quanto toccava perderci pomeriggi, se non giornate intere, a digitare codici su codici.

Scavando tra i ricordi, mi viene in mente un programma che calcolava l'età ipotetica della nostra morte.
Ricordo che elaborava il tutto dopo una lunga sequela di domande e tutti in famiglia ci partecipammo.
Un altro ancora prevedeva il futuro.
C'erano anche parecchi giochi di carte e d'azzardo.

Però parliamoci chiaro, aldilà della curiosità, all'epoca a meno che non si era appassionati di linguaggio macchina, era molto più semplice inserire una delle ventordici cassette di videogiochi che vendevano in edicola e giocare con quelle.

Ne ho parlato perché l'avevo quasi totalmente rimossa ed il modo in cui è saltata fuori dal nulla ha fatto riaffiorare un periodo felice e spensierato della mia vita che un po' rimpiango.

Esiste qualcun'altro ancora che collezionava o comunque ricorda questa rivista enciclopedica?
Mi piace pensare di sì.

P.s: la prima foto non è mia, ma l'ho presa da una vendita su Ebay, chiedo scusa al proprietario.
Della mia ho trovato solo quattro numeri su sei ( ma sono convinto siano ancora in casa anche gli altri due numeri ) e uno di loro era anche piuttosto malandato.


Alla prossima!




20 commenti:

  1. Aaaaaaaaahhhhhhh! Gli agenti porta a porta delle Enciccclopedie....una delle poche cose che non mi mancano dell'era pre-internet! ;)

    RispondiElimina
  2. Da buon amante del retrocomputing certo che la ricordo, questa era un must negli anni '80...e ora è un'importante memoria storica dell'informatica vintage :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eppure io non la incrocio mai nelle mie scorribande tra i mercatini.

      Elimina
  3. Sempre odiate le cose porta a porta, e purtroppo continuano..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Da me per fortuna non bussa più nessuno, tranne il postino. :-)

      Elimina
  4. Hai detto bene: era proprio un'altro periodo, questo.
    Anche a casa dei miei nonni, e ovviamente a casa mia, ci sono questo genere di enciclopedie.
    Non so se cose simili si vendano ancora.
    Comunque, non è da escludere che l'abbiano fatta rilegare i tuoi, privatamente... qui c'è un signore anziano che lo ha fatto, in passato.
    Rilegava fascicoli da edicola.
    Chissà.
    Magari la casa editrice ti forniva le copertine/raccoglitore.

    Sull'argomento in sé: paleo-informatica. Praticamente si sognava, più che realizzarle, certe cose^^

    Moz-

    RispondiElimina
  5. Io ricordo che uscivano in edicola, ma oggettivamente non ricordo altro.
    Comunque erano davvero altri tempi, dove per formare una figura geometrica curva dovevi inserire codici punto per punto, altra epoca. :-)

    RispondiElimina
  6. Questa in particolare non l'ho mai vista, ma ho sempre collezionato molte enciclopedie nella formula dei fascicoli da edicola da rilegare. Le prime due sono state "L'enciclopedia dei fumetti" Sansoni e "Gli animali e la loro vita" De Agostini. Ho poi ancora qualche volume in casa dell'"Enciclopedia delle scienze" De Agostini e tutta la "Grande enciclopedia della Fantascienza" Del Drago.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io ho L'arte del sapere, un'enciclopedia classica che però non so di quale casa editrice, ed in più anche una medica, che da adolescente sfogliavo spesso per cercare robe sessuali. :-P

      Elimina
  7. Pirk, hai citato un gioco cult!
    La ricordo benissimo quell'avventura testuale di stampo medievale per il dos...
    Un librogame per il computer!
    Io in casa ho invece l'enciclopedia del giardinaggio :D, non so da dove sia spuntata.
    Poi abbiamo un enciclopedia canonica, ma di quelle che dice il Moz, con i fascicoli, non rilegati, all'interno delle copertine.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non so se è lo stesso gioco, ma chissà.
      Comunque ricordo che era interamente testuale.

      Elimina
  8. E' questo di sicuro :D

    https://www.youtube.com/watch?v=rZhKfuEpSyY

    RispondiElimina
  9. La gerarchia dei rompicoglioni porta a porta:
    Testimoni di Geova -> venditori di enciclopedie -> rappresentanti della Folletto. Quelli della Folletto non so se esistono ancora ma quelli delle enciclopedie sono estinti. Restano solo gli immortali TdG 😅

    Negli anni 80 sarei impazzito di gioia per una cosa del genere, anche se era roba difficile. Ma anche nei 90. Peccato che il primo PC lo abbia avuto nel 2004 😒

    Comunque bel ricordo, mi è piaciuto leggerlo!

    RispondiElimina
  10. Vogliamo parlare dei rappresentanti de I Quindici ? Quelli si che eran dei rompipalle ! :))

    RispondiElimina
  11. Ti scrivo qui perché non saprei in che altro modo contattarti. La domanda è: potrei prendere qualche tuo articolo in prestito per Giornale Pop? https://www.giornalepop.it/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certo, fai pure.
      Però citami come fonte, almeno.

      Elimina
    2. certo, grazie mille. ora vedo cosa zanzare

      Elimina